Aspettando che l’acqua dissolva ogni cosa

Gennaio – Febbraio 2020

Inaugura sabato 15 febbraio 2020 alle ore 18.00 a Palazzo Vizzani a Bologna (via Santo Stefano 43) la residenza studio del duo artistico Saggion-Paganello, che per due mesi hanno lavorato in uno degli studi del palazzo messi a disposizione dell’Associazione Alchemilla. Il progetto Residenze studio è ideato e curato da Fulvio Chimento con il contributo del Comune di Bologna. Il progetto, rivolto ad artisti under 30 che vivono a Bologna o che hanno un legame diretto con la città, offre l’opportunità di trascorrere un periodo di due mesi all’interno di Palazzo Vizzani, sede dell’Associazione Alchemilla, e di usufruire di uno studio dove poter ideare interventi installativi allestendoli come in una home gallery. Gli artisti vengono selezionati in base alla loro attitudine nel realizzare progetti site-specific in grado di adattarsi alla storia del luogo ospitante. Nel periodo di residenza gli artisti possono confrontarsi in modo diretto con professionisti di ambito artistico e culturale e vengono coinvolti in incontri pubblici che permettono loro di raccontare la propria ricerca.

Saggion-Paganello per Libricontrocorrente, ph. Costantino Muciaccia 2020

La residenza di Saggion-Paganello si è concentrata sulla realizzazione di un intervento che ha coinvolto un elevato numero di volumi danneggiati durante l’ultima drammatica alluvione di Venezia. Nei giorni successivi alla recente alta marea veneziana (novembre 2019), alcune studentesse dello IED di Milano (Maria Vittoria Miccoli Minarelli, Ambre Carladous, Anna Carera) hanno recuperato un ingente numero di libri provenienti dalla storica libreria “Acqua alta”. Le tre studentesse hanno distribuito il materiale cartaceo a Milano ai loro colleghi di corso: grafici, designer, illustratori, e ai professori dello IED. Altri volumi sono stati affidati a quindici artisti, tra cui anche Saggion-Paganello, che nel loro periodo di residenza a Palazzo Vizzani hanno realizzato l’installazione a tema “Aspettando che l’acqua dissolva ogni cosa”, visibile nel loro studio fino al 29 febbraio 2020. Nell’ambito del progetto Libri controcorrente, il 16 febbraio alle ore 18 gli artisti Saggion-Paganello vestiranno i panni di banditori di un’asta pubblica che si svolgerà all’interno di Palazzo Vizzani. In questa occasione verranno battuti all’asta i volumi veneziani trasformati e reinterpretati da altri quindici artisti.